La presidentessa

MARZIA DATI

Marzia Dati nasce a Carrara e si laurea con lode in Lingue e Letterature inglese e russa presso la Facoltà di Lingue Straniere dell'Università di Pisa. Da anni svolge attività di promozione culturale della città di Carrara nei paesi di lingua inglese e russa. Nel 2004 è stata insignita del premio "Woman of the Year" dall'American Biographical Institute del North Carolina; nel 2104 è stata premiata dal Comune di Carrara nell'ambito di "Carrara celebra le sue donne" come donna impegnata nell'associazionismo. Ha al suo attivo saggi e traduzioni su artisti russi e su C. Dickens. Ha concluso con successo il Master in "Traduzione della lettertaura post-coloniale inglese" presso l'Università degli Studi di Pisa. Socia della Bronte Society e della John Ruskin Society, ha fondato nel 2013 la filiale italiana della Dickens Fellowship con sede a Carrara. Insieme al direttivo della filiale carrarese ha organizzato il Convegno Mondiale dei Dickensiani, "Dickens, Art and Landscape" che si è tenuto a Carrara dal 19 al 24 luglio 2017. Il convegno ha ricevuto la medaglia dalla Presidenza della Repubblica per l'alto valore accademico e culturale del Convegno. Cultore della materia (letteratura inglese), Marzia Dati sta ultimando il Dottorato di Ricerca in anglista presso il Dipartimento di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere dell'Università di Pisa. Il suo ambito di ricerca è la letteratura anglo-americana e in particolare lo studio del corpus poetico del celebre giornalista americano John Reed (1887-1920), autore del reportage sulla rivoluzione russa "Dieci giorni che sconvolsero il mondo".

La Filiale di Carrara della Dickens Fellowship è stata riconosciuta ufficialmente nel 2013, come unica sede italiana della prestigiosa associazione inglese, fondata a Londra nel 1902. Il riconoscimento è stato possibile grazie alla visita di C. Dickens a Carrara nel gennaio del 1845, che è descritta nel resoconto del viaggio in Italia dell'autore "Pictures from Italy". La filiale carrarese con sede nel centro storico di Carrara, promuove la diffusione dell'opera letteraria di C. Dickens e della cultura dei paesi anglofoni, attraverso l'organizzazione di conferenze, convegni e seminari che hanno visto la partecipazione di numerosi accademici e rappresentanti della cultura nazionale e internazionale. Inoltre si occupa della colonia anglo-americana che risiedeva a Carrara nell'Ottocento. Con quasi cento soci, la Dickens Fellowship promuove la città di Carrara nel mondo attraverso la rete mondiale delle filiali dickensiane presenti nei cinque continenti.